Caricamento… prego attendere…
  • Il tuo Account
  • Stato del tuo ordine
  • La tua Lista dei desideri
  • Richiedi Buoni Regalo

L’Omnidirezionale Non Basta? Metti una “Patch”!

Posted by

L’espressione gergale “mettere una patch” ha sempre avuto il significato di “correggere” un software poco o per nulla funzionante. Questo modo di dire ebbe fortuna, probabilmente perché il suo equivalente tutto Italiano “mettere una pezza” suonava un po’ misero e si preferiva la versione mista, dal tono molto più nobilmente Anglofilo. Nel caso della nostra antenna speciale, anche se il nome deriva con ogni probabilità dalla forma, il suo utilizzo può davvero correggere e risolvere moltissimi problemi di trasmissione nelle applicazioni critiche, in tutti i casi nei quali l’antenna a stilo in dotazione mostra i suoi limiti. Vediamo perché.

  • I canali destinati all’uso dei dispositivi Wi-Fi e BT (2,4-2,5 GHz) sono spesso piuttosto affollati, per cui l’uso di antenne direzionali o semi-direzionali aiuta a discriminare i segnali non desiderati per ridurre le interferenze locali.
  • Il lobo di emissione/ricezione dell’antenna direzionale è concentrato, frontale e facilmente orientabile.
  • A parità di classe dei dispositivi, è possibile realizzare collegamenti a distanze assai più elevate.
  • Nelle applicazioni dove i risparmi energetici sono fondamentali, consentono di ridurre notevolmente la potenza del TX, grazie al loro alto rendimento in emissione.

Figura 1: Antenna semi-direzionale PAT-G01 con staffa di montaggio a parete


Per tutti questi motivi, nei casi critici l’utilizzo di un diffusore patch semi-direzionale può rappresentare una soluzione valida. Prendiamo ad esempio un progetto che impieghi un Parani SD-1000 BlueTooth in Classe 1. Con l’antenna standard in dotazione è possibile raggiungere la distanza di 100 metri, mentre con l’impiego di un modello semi-direttivo come quello illustrato si può arrivare anche a 1000 metri (in campo libero). In figura 2 si nota il tipico diagramma di emissione sul piano orizzontale per le antenne di questa categoria. 

Figura 2: Tipico diagramma di emissione di un’antenna semi-direzionale, riferito al piano orizzontale


Dalla lettura del tracciato risulta evidente quanto vengano attenuate le emissioni nel campo posteriore e di come vengano invece concentrate nella parte frontale. Questa spiccata caratteristica angolare può essere utilmente sfruttata per ottenere il massimo del guadagno nei collegamenti di tipo punto-punto. Un’altra peculiarità di questo tipo di antenna è quella di offrire un più favorevole rapporto di onde stazionarie (SWR) rispetto agli elementi a stilo omnidirezionali: questa contribuisce ad aumentare ulteriormente la potenza RF resa all’ambiente, a tutto vantaggio dell’efficienza del sistema.

Riassumendo le caratteristiche di questo prodotto:

  • Realizzazione di grado industriale.
  • Compatibile con tutti i dispositivi Wi-Fi e BT, sia con la serie Parani che con prodotti di terze parti dotati di connettore SMA o comunque adattabili.
  • Facile installazione su superfici verticali.
  • Basso rapporto di onde stazionarie (SWR), a tutto vantaggio della potenza resa all’ambiente.
  • Cavi di collegamento HQ a bassa perdita di inserimento, con diverse opzioni e lunghezze disponibili.
  • Reale Assistenza Post-Vendita in Italia da parte del distributore locale Inware, con rapido approvvigionamento di ricambi ed accessori.

Per ulteriori informazioni sulle caratteristiche tecniche dettagliate, per eventuali verifiche di compatibilità con prodotti terzi e/o per ordinare il prodotto in tempo reale, potete fare riferimento al nostro sito web a questa pagina:

http://www.elettroshop.com/patch-antenna-rpsma-r-a-right-hand-thread-9dbi/

Mentre per gli accessori, antenne e moduli correlati al prodotto potete vedere quest’altra sezione del sito:

http://www.elettroshop.com/search.php?search_query=parani&x=0&y=0

Per qualsiasi altro quesito tecnico o commerciale non esitate a scrivere a:

info@inware.it


comments powered by Disqus